Il Bocuse d'Or. Che meraviglia!








La settimana del Bocuse d'Or è terminata. Confesso che nel momento in cui è finito tutto mi sono sentita come alla fine delle Olimpiadi del 2006, che sono state per me davvero un periodo intenso ed indimenticabile. Ma cosa ci facevo io alle finali eurorpee del Bocuse d'Or che si sono tenute a Torino all'Oval (a parte assaggiare tutto)? Bisogna tornare a febbraio e ad una gara organizzata da Centro Congressi Internazionale, a cui ho avuto occasione di partecipare con una proposta per lo spazio lounge e degustazione per la Regione Piemonte. Ebbene quello che per qualche mese è stato solo un disegno, nel giro di tre/quattro giorni s'è fatto realtà. Lo spazio costituito da un'area di degustazione e da un'area cucina privata, è stato realizzato dalle sapienti mani di  P&P Italia  con i quali, rappresentati dal meraviglioso Alberto, si è instaurato un bellissimo rapporto di collaborazione.

Render di progetto @ FattoreQ

L'idea al centro di tutto il progetto è stata quella di concentrarsi sulla parte alta dell'allestimento, sulla parte sempre visibile e soprattutto visibile in caso di grande affollamento. Ho deciso pertanto di lavorare con una struttura lignea leggera adoperata come "sottolineatura dei volumi" su cui ancorare un certo numero di lampade in grado di creare giochi di luce visibili da lunga distanza. La scelta delle lampadine è stata il frutto della richiesta della committenza di adoperare un sistema d'illuminazione alternativo a quelli più diffusi in contesti fieristici, che fosse n grado di restituire un'atmosfera accogliente e gioviale, senza rinunciare all'eleganza.

un dettaglio delle lampadine

i cuochi della  nazionale italiana e i sommelier


Parallelamente, lo sviluppo di una grafica accattivante (posate e bottiglie) e l'uso di colori che traggono spunto dal cibo, (dal cioccolato al vino, dal formaggio ai vegetali)  ha permesso attribuire una forte personalità ai fondali e agli elementi puramente decorativi.



Le degustazioni sono state curate dalla Nazionale Italiana Cuochi. Inutile dire quali meraviglie ho visto servire ed ho potuto assaggiare. E ancora di più con quale simpatia è stato condita questa "casa temporanea del gusto". Eccomi qui, l'ultimo giorno di competizione, in tutto il mio imbarazzo, insieme a queste vere forze della natura. 




Tutti gli arredi disegnati per l'occasione sono stati appositamente realizzati da P&P italia: le sedute, i tavolini, le scaffalature, il parapetto con affaccio sulla competizione e naturalmente anche i banconi di somministrazione.



un dettaglio delle sedute della lounge

un dettaglio della grafica e del parapetto  con affaccio sulla competizione



Commenti