Un bagno in stile marocchino

Capita che i ricordi di una vacanza o di un'esperienza segnino profondamente le nostre vite ed anche le nostre case. Ed è così che può accadere di desiderare un bagno che possa evocare i ricordi di un viaggio in Marocco. Ma da dove partire? 
Innanzitutto fate tabula rasa dei più tradizionali rivestimenti e pavimenti, il vostro bagno dovrà avere superfici continue e se possibile, anche un po' imperfette. Preoccupatevi di scegliere oculatamente la distribuzione dei sanitari, sforzandovi di enfatizzare lo sfondato e rompere la monotonia di certi bagni contemporanei (spesso purtroppo, pensati in modo totalmente asimmetrico); Adoperate la muratura per creare piani d'appoggio ed elementi di separazione. La parola d'ordine è "monomatericità". Infine scegliete sanitari semplici e lavabi materici o ceramici,  purché molto ampi.


L'esempio che vi mostrerò è quello di un intervento realizzato a Torino che ricalca le semplici regole elencate in alto. In questo intervento il bagno ha un disegno  simmetrico e la vasca in muratura possiede una parete di separazione impreziosita da un arco ispirato ai disegni marocchini. Questa parete è stata realizzata in gasbeton e successivamente tagliata della forma desiderata che era stata nel frattempo riportata su una dima in cartone (*dima: detta  anche mascheramascherone o modano, è una forma, uno stampo o una sagoma, che viene realizzata per poter riprodurre una spaziatura, il profilo di un oggetto, o l'oggetto stesso).
I sanitari sono stati schermati con muri bassi, che formano una separazione ideale con la zona lavabo e che hanno consentito la realizzazione di piani d'appoggio simmetrici nella prima parte del bagno. Per il lavabo è stato scelta una ceramica "a canale" lunga  circa 90 cm e alta 20cm, una vera e propria grande vasca abbinata ad un rubinetto a parete. Le pareti sono state intonacate e rasate e all'interno della vasca è stato applicato un rivestimento di mosaico ceramico bianco. Il pavimento è stato realizzato in microcemento grigio antracite e le pareti finite a smalto.



Infine parte del soffitto scoperto è stato trovato di un bel colore scuro e si  è deciso di mantenerlo in contrapposizione al colore molto chiaro delle pareti. Completano il lavoro l'illuminazione per la quale sono state scelte lampade marocchine acquistate dai clienti e complementi di vario tipo. A breve le foto su www.fattoreq.com. Il bagno ampliato e rivisto totalmente nella distribuzione ha cambiato così definitivamente faccia. Cosa ne pensate?



Commenti